CASA DELLA FANCIULLA - LA STORIA DEL NOSTRO ENTE
 

La Casa della Fanciulla di Chiusa Sclafani (PA) fu fondata, come Orfanotrofio Femminile, da Fra Innocenzo Caldarera (oggi Venerabile), dell’Ordine dei Frati Minori Osservanti.

 

L’Istituto, intitolato a S. Anna, sorse accanto all’ex Monastero di S. Rocco e ricevette una costituzione giuridica il 20 dicembre 1732 con Bolla di Monsignor Lorenzo Gioeni, Vescovo di Agrigento.

Il trasferimento dell’Orfanotrofio Femminile dall’antica sede, nei pressi di S.Rocco, all’attuale, avvenne il 3 giugno 1792, in seguito al Regio Decreto di Ferdinando I di Borbone, Re delle due Sicilie, del 4 luglio 1791, con il quale si concedeva e donava l’abolito Monastero di S. Leonardo, già dei Padri Olivetani, all’Orfanotrofio Femminile di Chiusa Sclafani. Il Monastero di S. Leonardo fu costruito presumibilmente tra il 1642 e il 1734.

 
 

Si articola su due elevazioni di circa 1500 m2 ciascuna con annesso un grande giardino, in cui fa mostra di se una bellissima fontana barocca.

Si compone di due parti: la prima, denominata “Casa della Fanciulla”, è composta dalla parte più antica e grande del monastero; la seconda, denominata “Casa di Riposo per anziani”, occupa una parte laterale dell’immobile, ristrutturata nel corso degli ultimi trenta anni, ed ora finalmente idonea alle finalità per le quali era stata realizzata.

Per oltre un secolo l’istituto operò come “Collegio di Maria”, assistendo e educando le orfane povere sotto la guida delle Suore Collegine e di una deputazione laica.

Con legge 3 agosto 1862 l’istituto fu riconosciuto Opera di Pubblica Assistenza e Beneficenza.

Successivamente con R.D. del 10 febbraio 1884 l’Orfanotrofio Femminile fu riconosciuto Ente Morale, con l’approvazione dello Statuto della Pia Opera da parte di S.M. Umberto I e con la controfirma del Ministro De Pretis.

 

Nel secolo scorso, le due guerre mondiali e la grave crisi che ne derivò, ridusse notevolmente l’attività dell’Orfanotrofio e dell’annesso Ospizio.

Dal 1929 al 1950, il vasto fabbricato fu occupato dal Comune per ospitarvi le scuole elementari e l’Ente fu relegato solamente in una parte del Monastero.

Tornati liberi i locali dell’Opera Pia, dal 1950 e fino ai primi anni Settanta, l’istituzione continuò a svolgere l’attività di assistenza e beneficenza in favore delle orfane, degli anziani e dei disabili, soprattutto in virtù dell’impegno personale di numerosi cittadini e di cospicue donazioni in favore dell’ente fatte da alcuni membri della famiglia LO CASCIO-MANGANO.

 
 

Negli anni successivi l’attività fu esclusivamente rivolta all’assistenza delle bambine, mentre le Amministrazioni dell’Ente, attente ai bisogni del territorio e della collettività ed in ossequio alle disposizioni della L.R. 22/86, si adoperarono per la realizzazione di una casa di riposo per anziani e per la ristrutturazione dell’immobile.

Nell’attesa dell’inizio dei lavori di adeguamento della struttura l’attività di assistenza fu sospesa.

Nel corso dell’anno 1996, al fine di provvedere ad intraprendere tempestivamente tutte le iniziative necessarie all’avvio delle attività statutarie, con decisione dell’Assessorato Regionale EE.LL., l’Ente è stato commissariato.

La gestione commissariale, adempiendo al mandato ricevuto, ha permesso la ricostituzione del Consiglio di Amministrazione secondo le norme dello Statuto, disposta dall’Assessore agli EE.LL. con D.A. n. 695/XVI del 30.05.1999.

L’azione amministrativa dell’attuale Consiglio ha avuto come obiettivo prioritario la ripresa delle attività assistenziali della Casa della Fanciulla e la realizzazione delle finalità previste dallo Statuto.

 

Tale azione si è concretizzata nella definizione di tutti i lavori, il cui completamento ha consentito di richiedere ed ottenere dall’Assessorato Regionale per gli Enti Locali l’autorizzazione al funzionamento per lo svolgimento dell’attività assistenziale in favore di anziani per la tipologia Comunità Alloggio e per una ricettività di n. 10 unità (D.D.A n.1057 del 15.04.2002).

Con D.D.G. n. 564 del 28.02.2003 dell’Assessorato EE.LL., la Casa della Fanciulla di Chiusa Sclafani ha acquisito l’iscrizione all’Albo Regionale degli Enti Assistenziali.

    
    
    
    
    

 

 




 
© 2009 Casa della Fanciulla | Created by IT Supply

Questo sito utilizza i cookie per garantirti una navigazione ottimale. I cookie sono necessari per usufruire di tutti i servizi offerti e a fini statistici. Proseguendo con la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookie. Per avere maggiorni informazioni visita la pagina seguente privacy policy.

Accetto i cookie per questo sito..

EU Cookie Directive Module Information